Licenza Creative Commons
Home
Get Firefox!
 
 
HOME USER |  PROFILO |  DOWNLOADS |  NEWS |  CERCA |  INDIETRO
 



16.09.04 - Malati di guerra

di Dinorah Herz, Marco Tagliabue e Enrico Pettinelli

Nessuno ne parla. Per l’esercito non esistono, su di loro la consegna e’ quella del silenzio. Sono i soldati italiani reduci dall’Irak che hanno partecipato all’operazione Antica Babilonia e che, tornati in patria, si sono scoperti malati di cancro e leucemia.
Prima uno, due, 10, potrebbero essere anche una trentina i soldati ammalati sui circa 3000 che hanno operato fino ad oggi in quel teatro di guerra.
Potrebbero, perché di loro si sa poco o niente. A rappresentarli ci sono le associazioni di categoria dell’esercito e dei carabinieri che denunciano una situazione a dir poco preoccupante, ma informazioni ufficiali non ne esistono. Tutto e’ coperto da segreto militare e ancora una volta sotto accusa c’e’ l’uranio impoverito.
Stati Uniti e Gran Bretagna hanno usato a profusione, in Irak, proiettili all’uranio impoverito. I soldati americani e inglesi sono stati informati delle precauzioni da adottare per non inalare le polveri generate dalle esplosioni. Gli uomini del contingente italiano invece non disporrebbero nemmeno delle necessarie attrezzature protettive.
L’inchiesta di Falo’ scoperchia il caso, tra reticenze, silenzi delle autorita’ e paure proprio mentre è in discussione al senato italiano l’eventualita’ di creare una commissione d’inchiesta sull’uranio impoverito.

Guarda il video (Il servizio) [ADSL]

 
 

Login


 Nickname
 Password
 Ricordami


Non hai ancora un account?
Registrati subito.
Come utente
registrato potrai
utilizzare tutti i
servizi offerti.


 
     
 

webmaster@mariorossi.net

 
 
 
 


 
         

Powered by GdAonline